MIM 073221971  anic84600e@istruzione.it  Cod. Mecc. ANIC84600E Cod. Fatt. UFLCFT

PROGETTO DOORS

DOORS - Milano Scuole Aperteporte aperte al Desiderio come OppOrtunità di Rigenerazione Sociale

“Aumentare le opportunità di accesso alla cultura e alla bellezza per minori in situazione di vulnerabilità economica e socio-culturale”

 

 

Il progetto DOORS è promosso dall’associazione  CIES Onlus e realizzato insieme a 28 partner tra associazioni, comuni e Istituti Comprensivi di tutta Italia. Nel nostro territorio, l’I.C. Marco Polo partecipa insieme all’I.C. Italo Carloni di Cerreto D’Esi, all’I.C. Enrico Mattei di Matelica e all’associazione PDP FSUG attiva nel MAKERSPACE della  Biblioteca Multimediale di Fabriano. 

Il Progetto di durata triennale  ha avuto inizio ad ottobre 2019  coinvolgendo le classi seconde della scuola Secondaria di primo grado “Marco Polo”, che stanno continuando i laboratori anche quest’anno. Gli alunni sono impegnati in attività di programmazione, robotica e making artistico con l’approccio multidisciplinare e problematico delle discipline STEAM.

Le attività si sono svolte  in orario scolastico ed extrascolastico, e in parte presso il MAKERSPACE nella Biblioteca Comunale di Fabriano. A seguito dell’emergenza Covid-19, i laboratori sono stati riorganizzati per poter essere seguiti a distanza in videoconferenza.

 

Finalità e pedagogia di riferimento

 

  • Contrastare la povertà educativa dei ragazzi di 10/14 anni.
  • Rafforzare le competenze cognitive e non cognitive dei minori.
  • Valorizzare la scuola (presidi scolastici) e i luoghi di apprendimento (presidi educativi territoriali).
  • Aumentare le opportunità di accesso alla cultura e alla bellezza, al sostegno socio-affettivo e all’acquisizione di competenze cognitive e non cognitive.

La base teorica di riferimento è la Pedagogia del Desiderio, adottata e promossa in particolare dal progetto Axè Brasile, che presuppone che l’Arte sia Educazione: i ragazzi/e sono riconosciuti come soggetti di diritto di conoscenza e di desiderio. Nel nostro territorio, l’approccio della Pedagogia del Desiderio è ulteriormente arricchito con i metodi dell’apprendimento creativo LCL (learning creative learning) sviluppati dal gruppo di ricerca del Mit Media Lab a cui l’associazione PDP FSUG si è sempre ispirata nella progettazione delle proprie attività nel MAKERSPACE della biblioteca.

 

Attività di programmazione, robotica e making artistico

Attività laboratoriali e di formazione